GABRIELE AGOSTINI | PHOTOPOETRY


SALA LETTURA
26 marzo 2019, 18:00

per MFR – Mese della Fotografia
 

Pratiche per una ricomposizione della propria geografia emozionale

Breve: Poesia e immagine, declinazioni di una fonte comune. Un viaggio alla ricerca di una poesia senza parole, di una fotografia senza immagine. Un viaggio senza ritorno dove l’Arte si scopre essere l’unico luogo rimasto dell’antispecialismo.

Lunga: Poesia e immagine appaiono come le declinazioni di una fonte comune dalla quale possono generarsi vicendevolmente e appartenersi. Ogni gesto espressivo, verbale o iconografico, è il luogo in cui impera la forma. Questi corpi artistici vivono di continui richiami, di rimandi e corrispondenze. Un viaggio alla ricerca di una poesia senza parole, di una fotografia senza immagine. Un viaggio privo di meta, un viaggio per viaggiare, un viaggio senza ritorno dove l’Arte si scopre essere l’unico luogo rimasto dell’antispecialismo.

Incontro con videoproiezioni ed interventi musicali.

INFORMAZIONI:

INGRESSO LIBERO


Disponibile gratuitamente su App Store e Google Play
SCARICA L'APP