Lorenzo Castore
W
Proiezione e conversazione con Lorenzo Castore, Guido Costa, Luca Lo Pinto

30 novembre, ore 18.30
#Agorà

«W è un film sul desiderio di vita di un uomo che invecchia, perdendosi all’inseguimento della bellezza attraverso l’irresistibile richiamo sensuale del corpo giovane come disperato antidoto all’ineluttabilità del destino. Il ridicolo, l’irrazionale, l’illecito diventano un crepuscolare inno alla vita (e all’impossibile pretesa di eterna giovinezza) mosso dalla bellezza, che è il propulsore più potente delle battaglie senza scampo che ogni uomo perde contro il tempo.» (Lorenzo Castore)

Il film è liberamente ispirato a La morte a Venezia di Thomas Mann. Il racconto diventa un pretesto per una narrazione più basica e minimale, a favore di un’atmosfera astratta e onirica, dove un processo di sottrazione radicale ne fa emergere la sua anima originale, più archetipica e primordiale. W ha una natura ibrida, tra immagine ferma e immagine in movimento: un lavoro che dal film prende la forma di libro, supporti differenti che utilizzando gli stessi materiali visivi danno vita a opere con una natura propria. L’impianto visivo si compone di fotografie d’archivio che Castore ha scattato allo scrittore Francesco Smeraldi e a Fiora Gandolfi a Venezia nel 2007 e di fotografie e filmati realizzati a Venezia e a Roma tra giugno e novembre 2020 con la performer Alice Raffaelli, protagonista dell’opera. 

 

La proiezione verrà musicata dal vivo con l’intervento del violinista Piercarlo Sacco. Per l’occasione, sarà disponibile il libro d’artista WALLS, che include parte dei materiali visivi presenti nel film. La pubblicazione, edita da Grani Edizioni, è accompagnata da un testo di Emanuele Dattilo.

 


 

Le musiche originali sono composte da Emanuele de Raymondi.
Il montaggio è a cura di Stefano Galanti.
La maschera indossata da Alice Raffaelli è stata realizzata da Mauro Vizioli.

L’incontro si svolgerà presso l’auditorium.
Ingresso gratuito fino a esaurimento posti.