A FOLDER
Soft Baroque

30 December 2020, 18.30
#Agorà

Un folder è un formato di AGORÀ ideato per creare nuove occasioni di incontro sotto forma di digital talk: ogni ospite è invitato a condividere il proprio schermo per raccontare un archivio, un’ossessione, una raccolta di ispirazioni o una ricerca in corso che siano collocati all’interno di una cartella specifica del suo computer.

 

Il folder di Soft Baroque contiene una collezione di immagini raccolte online nel corso degli anni, accompagnate da “Tag Poems”, poesie ispirate dai nomi e dalle descrizioni di elenchi di prodotti online: ti aspetta un catalogo di parole alterate, surreali e sorprendenti.

Nicholas Gardner e Saša Štucin lavorano nel design e nell’arte. La loro pratica è rivolta alla creazione di opere dagli aspetti formali e funzionali contrastanti e, senza eliminare né l’estetica né l’aspetto del consumo, è proiettata al superamento dei confini tra oggetti d’uso e concettuali per rappresentare un nuovo sistema di valori estetici e funzionali. 

 

La fabbricazione gioca un ruolo centrale nella loro pratica. Sono designer e produttori dei loro oggetti e il loro interesse per i vari materiali si traduce in un eterogeneo corpus di opere. Le forme raffinate e semplificate dei loro lavori aderiscono ai principi del design della metà del secolo scorso, ma i singoli pezzi si orientano anche verso il concettuale.

 

Tradizionalmente, lo studio di un artigiano si trova in prossimità della materia prima utilizzata per fabbricare gli oggetti. Allo stesso modo, Soft Baroque produce opere nel contesto dell’ambiente metropolitano: i materiali lavorati per l’utilizzo negli interni domestici, vengono manipolati per scopi non convenzionali. Queste nuove materie prime sono infine trasformate in oggetti che conservano ancora l’eco della loro destinazione d’uso.

 

Hanno esposto lavori al V&A, Christie’s e Somerset House di Londra, Swiss Institute, Friedman Benda, Patrick Parrish Gallery di New York, Museum für Gestaltung di Zurigo, Het Nieuwe Instituut di Rotterdam, Palazzo Gallery di Brescia, Etage Projects di Copenhagen, Design Miami di Basilea e Miami, Collective Design di New York, Nomad di Monaco e St. Moritz e alle fiere di Milano, Londra, New York, Stoccolma e Dubai Design Week.