JENNA SUTELA
Estratti da nimiia cétiï

In questo approfondimento puoi trovare alcuni frammenti da nimiia cétiï (2018), un lavoro audiovisivo di Jenna Sutela, artista presente ne Il Pianeta come Festival XL, l’evento presentato dal MACRO in collaborazione con Terraforma (23 e 24 ottobre 2021).

 

Ispirato da esperimenti nella comunicazione interspecie e aspirando a connettersi con un mondo al di là della nostra coscienza, nimiia cétiï documenta le interazioni tra reti neuronali, le registrazioni audio dell’antica lingua di Marte e i filmati dei movimenti dei batteri extremophilic. Il computer diventa un medium, catalizzando messaggi provenienti da entità che solitamente non possono comunicare tra loro. Ma è anche un alieno di nostra creazione.

 

nimiia cétiï è stato creato in collaborazione con Memo Akten e Damien Henry all’interno di n-Dimensions, il programma di artisti in residenza agli Somerset House Studios di Google Arts & Culture’s.

Jenna Sutela lavora con parole, suoni e altri living media, come il Bacillus subtilis nattō bacteria e la muffa melmosa policefala Physarum. Le sue opere audiovisive, le sculture e le performance cercano di identificare e reagire a situazioni sociali e materiali precarie, spesso in relazione alla tecnologia. Il lavoro di Sutela è stato presentato in musei e contesti artistici internazionali, tra cui Guggenheim Bilbao, Moderna Museet, Serpentine Galleries e, più recentemente, la Biennale di Shanghai e la Biennale di Liverpool. È stata Visiting Artist presso il MIT Center for Art, Science & Technology (CAST) nel 2019-21.