Cinzia Ruggeri. A portrait
di Georg Brintrup
1986 

In occasione della mostra Cinzia says…, in corso fino al 28 agosto 2022 nella sezione SOLO/MULTI, si propone di seguito un breve estratto del documentario di Georg Brintrup su Cinzia Ruggeri. Il video-ritratto fa parte di Monalisa, serie di cortometraggi dedicati a cinque protagonisti del design italiano: Flavio Albanese, Siné Caruana, Sergio Calatroni, Alessandro Mendini e Cinzia Ruggeri, volti ad indagare la stretta relazione tra design, moda e arte. 

GEORG BINTRUP nasce nel 1950 a Münster, in Germania. All’età di 15 anni, ancor prima di iniziare gli studi di pubblicistica, filologia romanza e storia dell’arte all’Università di Münster, comincia a girare film in 8mm e a scattare i suoi primi ritratti fotografici con una Hasselblad 1000F. Tra il 1968 e il 1971 gira alcuni film poi proiettati nell’ambito di produzioni del teatro comunale della città. Dal 1972 studia Film e Scienze della comunicazione all’I.S.O.P. (Istituto di Scienze e Tecniche dell’Opinione Pubblica) di Roma, laureandosi con una tesi su Letteratura e Film. Qui ha occasione di frequentare il set dei registi italiani tra cui Roberto Rossellini, Federico Fellini, Piero Paolo Pasolini e Luchino Visconti.  Fino al 1976 realizza alcuni film in produzione propria, ma dal 1977 inizia a lavorare come regista e autore indipendente di film e radiodrammi per le televisioni e canali radio internazionali, soprattutto tedeschi ed italiani. Tra i suoi film piú importanti si ricordano anche Raggio di sole (1996), Luna Rossa (1998), Palestrina (2009), La rete di santini (2013), la triologia brasiliana Symphonia colonialis (1992), O trem caipira (1994), Tamburi e dei (2002) e Penn’a du (1981). Dal 2015 tiene corsi e workshop alla Westfälischen-Wilhelms-Universität di  Münster e dal 2017 all’Accademia di Belle Arti di Roma. È membro della European Film Academy.