Dune
Talk

7 giugno 2022, ore 18.30
#Solo/Multi

Dune. Scritture su moda, progetto e cultura visuale è una rivista accademica semestrale e bilingue che accoglie contributi scientifici di studiosi tramite open call. È uno spazio per la critica e la riflessione teorica e visiva, e manifesta gli interessi di ricerca, le modalità di scrittura e la produzione riflessiva del gruppo di lavoro dei corsi di laurea in moda dell’Università Iuav di Venezia. È attualmente in corso di lavorazione il quinto numero, che indaga la parola “scorciatoia”, intesa come metodologia progettuale ma anche come attitudine di resistenza rispetto a un sistema normato.

Una conversazione tra Maria Luisa Frisa, direttore della rivista, e Luca Lo Pinto, è affiancata da un reading della performer Silvia Calderoni. Al centro, un testo di Cinzia Ruggeri pubblicato nel secondo numero di Dune, come punto di partenza del contributo di Elena Fava L’Uomo nuovo di Cinzia Ruggeri. Il testo è stato trasmesso dall’artista, stilista e designer all’autrice via fax l’1 febbraio 2008.

 

L’incontro si svolgerà presso il tetto dell’auditorium.

 

 

Maria Luisa Frisa, teorica della moda e curatrice, è professore ordinario all’Università Iuav di Venezia, dove ha fondato il corso di laurea in Design della moda e Arti multimediali. Dirige la rivista accademica Dune: Scritture su moda, progetto e cultura visuale. Tra i progetti più recenti: la mostra e il libro Italiana. L’Italia vista dalla moda 1971-2001 (Milano, Palazzo Reale, 2018) e Memos. A proposito della moda in questo millennio con Judith Clark (Milano, Museo Poldi Pezzoli, 2020).

 

Silvia Calderoni è attrice, performer e autrice. Si forma artisticamente da giovanissima con la coreografa Monica Francia e con la compagnia Teatro della Valdoca, di cui è stata interprete in diverse produzioni tra cui Paesaggio con fratello rotto. Dal 2006 è parte attiva della compagnia Motus ed è interprete in molti spettacoli tra cui Alexis. Una tragedia greca, nella tempesta, Tutto brucia e MDLSX di cui firma anche la drammaturgia. È protagonista di The Plot is the Revolution  a fianco di Judith Malina, storica fondatrice del Living Theatre.  Nel 2022 è in scena ancora con Valdoca con Enigma. Requiem per Pinocchio.  Premio Ubu 2009 come miglior attrice under 30, al cinema è Kaspar in La leggenda di Kaspar Hauser, film cult diretto da Davide Manuli (2012), e poi in Last Words (2020) di Jonathan Nossiter e in Non mi uccidere (2021) di Andrea De Sica.  È artista associata di Queering Platform del Kowloon Cultural District di Hong Kong e modella iconica di diverse campagne pubblicitarie del brand di moda Gucci. Da qualche anno porta avanti insieme ad Ilenia Caleo un progetto comune tra residenze artistiche e atelier di ricerca. Dal 2018 al 2021 sono docenti allo IUAV di Venezia nel Laboratorio di Arti visive. A partire dal workshop di Biennale College Teatro 2018, hanno dato vita a KISS, progetto performativo con 23 performer, prodotto da Santarcangelo Festival, CSS Udine, Motus. Per la Queering Platform di Hong Kong curano insieme il progetto nomade SO IT IS. Nel 2021 hanno fatto parte di Flu水o, progetto collettivo e crossdisciplinare vincitore dell’Italian Council (9° Edizione 2020).