ULA SICKLE
touch (skin). colour (muscle). fold (bones)
Sessioni guidate
per
touch, colour and fold

Prossimo appuntamento: 12 maggio
#In-Design

Come parte integrante della mostra touch, colour and fold, la designer Goda Budvytytė ha invitato la coreografa e performer Ula Sickle a proporre una serie di sessioni partecipate all’interno dello spazio espositivo. Sickle condurrà tre diverse sessioni guidate, che s’ispirano a un approccio somatico al movimento e a tecniche proprie dell’ipnosi, con l’obiettivo di discostarsi dall’egemonia della vista – il senso su cui maggiormente si focalizza la progettazione grafica – per riconnettere invece l’atto del percepire con e attraverso il corpo.

 

Stabilendo un parallelo con i temi della mostra – il tatto, la percezione del colore e la piega – Ula Sickle si concentrerà su tre diversi “sistemi” del corpo: la pelle, i muscoli e le ossa. Associando la fisicità del libro al corpo umano, le sessioni guidate esploreranno l’importanza del tatto, il rapporto tra colore e tessuto muscolare, il piegarsi della carta e il flettersi del corpo e delle membra. Superando ogni primaria attenzione per la visione, i partecipanti saranno guidati attraverso spazi reali e immaginari, dove potranno “sentire” con tutto il proprio corpo.

 

Le sessioni tenute da Ula Sickle includeranno la libera lettura e interpretazione dei contributi della fotografa Rasa Juškevičiūtė e dello scrittore Bernardo José de Souza, intrecciando e legando così le loro pratiche e immaginari alla sua.

 

 

CALENDARIO

 

touch (skin)

 

venerdì 25 febbraio, ore 18.30

sabato 26 febbraio, ore 15.30

 

colour (muscle) [prenotazioni chiuse]

 

venerdì 25 marzo, ore 18.30

sabato 26 marzo, ore 15.30 e 17.30

 

fold (bones)

 

giovedì 12 maggio, ore 17.30

venerdì 13 maggio, ore 18.30

 

 

Le sessioni guidate sono gratuite e riservate a un massimo di 10 partecipanti ognuna.

 

Tutte le sessioni saranno tenute in inglese, per la durata di 1 ora e 30 min circa.

 

Tutti possono partecipare, non è richiesta una preparazione specifica. I partecipanti con mobilità ridotta o disabilità sono pregati di informare lo staff del museo al momento della prenotazione.

 

Durante le sessioni può essere chiesto ai partecipanti di sdraiarsi sul pavimento e chiudere gli occhi. Si consiglia una tenuta comoda.

 

Per iscriversi alle sessioni, mandare un’e-mail a edu@museomacro.it entro il giorno precedente, indicando la data, l’orario e il titolo della sessione cui si vuole partecipare.

 

La partecipazione è consentita esclusivamente ai visitatori in possesso di certificazione verde COVID-19 ottenuta da completamento del ciclo vaccinale o da guarigione e dotati di mascherina FFP2. Non è richiesto il Green Pass ai bambini al di sotto dei 12 anni.

 

 

Con il sostegno della Comunità fiamminga del Belgio.

 

 

Ula Sickle (Toronto, 1978) è una coreografa e performer canadese che vive e lavora a Bruxelles. Partendo da una formazione in danza contemporanea, nel suo lavoro Sickle attraversa diverse discipline, ispirandosi sia alle arti visive sia alla musica contemporanea. La sua pratica si concentra in particolare sullo sviluppo di un approccio coreografico e somatico al movimento, indagando i meccanismi di percezione e recezione, all’interno e attraverso la performance dal vivo. Attualmente sta completando un  dottorato di ricerca presso KU Leuven University e Luca School of Arts, Bruxelles. Suoi lavori sono stati presentati in diverse sedi internazionali, tra cui: Kaaitheater, Kunstenfestivaldesarts, Bozar e WIELS, Bruxelles; Wiener Festwochen, Vienna; Tanz im August e CTM festival, Berlino; les Rencontres chorégraphiques internationales de Seine-Saint-Denis e Le 104, Parigi; Museu de Arte Contemporânea de Serralves, Porto.    

 

Rasa Juškevičiūtė (Vilnius, 1984) è una direttrice creativa, fotografa e regista di moda che vive e lavora a Parigi. Il suo lavoro è allo stesso tempo documentario e multiforme, unendo moda, arti visive e attivismo. Juškevičiūtė trae ispirazione dall’energia della cooperazione, come da sogni premonitori. Dopo essersi specializzata in arti multimediali, ha fondato a Vilnius un collettivo indipendente d’arte e cinema – Super8 Picnic in a Hand – e partecipato a numerose mostre collettive e proiezioni in diverse gallerie e centri d’arte contemporanea in Europa. Juškevičiūtė contribuisce attualmente a SHOWstudio, fondato da Nick Knight, e ha collaborato con diversi brand, personalità e riviste, tra cui Chanel, Egyboy, I-D Vice, Lorde, LV, M, le magazine du Monde, Paco Rabanne, Perks And Mini.

 

Bernardo José de Souza realizza mostre, scrive ed esplora l’arte e la cultura contemporanea. È stato Direttore Artistico di Fundação Iberê Camargo, a Porto Alegre, Brasile, e attualmente lavora come curatore indipendente con base a Madrid. De Souza ha fatto parte del team curatoriale della 19. Biennial of Contemporary Art SESC_Videobrasil, tenutasi nel 2015 a San Paolo del Brasile, e nel 2013 ha collaborato con Sofia Hernandez Chong Cuy alla curatela della 9. Mercosul Biennial | Porto Alegre Brazil. Dal 2005 al 2013 ha diretto il Dipartimento di Cinema, Video e Fotografia del Segretariato alla Cultura di Porto Alegre.